I consigli di Vialli a Samuele Tomasino, giovanissimo attaccante siciliano.

Questo mese ho scelto di commentare il video di Samuele Tomasino il bravo numero 10 della squadra giovanissimi dell’ASD Sport Village Tommaso Natale in Sicilia, una regione bellissima che può e deve produrre più calciatori di alto livello.

Caro Samuele, complimenti! Da quello che ho potuto vedere dagli spezzoni di partita montati nel video che hai postato su FBPLAYER, il talento non ti manca affatto.

Un numero dieci dotato di tecnica, fantasia e fiuto del gol. Mancino. Mi ricordi qualcuno…

I giocatori mancini sono fondamentali per permettere alla squadra di mantenere equilibrio e sviluppare la manovra in modo efficace. Troppo spesso vediamo giocatori destrorsi impiegati per mancanza di alternative nella zona sinistra del campo costretti ad effettuare un tocco in più per riportare la palla sul piede educato perdendo un tempo di gioco e compromettendo l’efficacia della manovra della  squadra. Un mio vecchio allenatore diceva che non ci sono mai abbastanza mancini in una squadra!

Madre natura ti ha dato una qualità piuttosto rara, sfruttala e falla diventare un vantaggio. Magari allenandoti anche di destro così da diventare completo, imprevedibile ed utilizzabile in più zone del campo. Questo tipo di pratica specifica per i fondamentali della tecnica a volte può essere un po’ noiosa ma va assolutamente fatta con concentrazione e massimo impegno. Lo so perché tanti anni fa ci sono passato anch’io.

Non voglio riempirti la testa con troppi consigli e raccomandazioni sia perché sono sicuro che tu ne riceva già a sufficienza dai tuoi allenatori sia perché alla tua età è fondamentale conservare una buona dose di spontaneità. È l’immaginazione che ti permette di trovare da solo la strada giusta per superare gli ostacoli imparando soprattutto dagli errori. Per me la cosa più importante è che, già alla tua età ,una giovane promessa sia consapevole che la differenza tra l’arrivare e il rimanere un talento inespresso con tanti rimpianti sta nella quantità e nella qualità della pratica. Più e meglio ti allenerai è più possibilità avrai di coronare i tuoi sogni.

Ti do due dritte..

Il calcio moderno, con i suoi ritmi, le tattiche e la pressione di ottenere risultati, impone agli allenatori di schierare la squadra in modo equilibrato. Mettere in campo il numero 10 diventa un rischio che non tutti gli allenatori sono disposti a correre. Il modo migliore per convincerli è quello di segnare come una punta, inventare calcio come una mezz’ala e correre come un mediano. Allenati in modo da essere in grado di soddisfare le esigenze tattiche del mister e reggere il confronto con gli avversari dal punto di vista atletico.

Il calcio è un gioco di squadra. Si gioca in 5 in 8 o in 11. Ricordati che i tuoi compagni hanno bisogno di te e che tu hai bisogno di loro. Non puoi vincere le partite da solo. Anche se sei il migliore. Non essere egoista e battiti anche per chi é meno bravo di te.

Essere i più bravi è un vantaggio ma anche una grande responsabilità!

Buon divertimento e buona fortuna.

Alla prossima.

Luca Vialli

Vialli-corner-maggio